ROYAL ENFIELD

Dopo un'accoglienza entusiastica da parte della stampa mondiale del lancio californiano di settembre, Royal Enfield ad EICMA 2018 ha presentato le prime versioni complete delle sue nuovissime motociclette di medie dimensioni: la CONTINENTAL GT 650 E INTERCEPTOR INT 650.

I visitatori di EICMA 2018 potranno ammirare la Continental GT 650 e l’Interceptor INT 650 nei colori Standard, personalizzato e metallizato presso lo stand Royal Enfield e presso la struttura di prova. Alcune di queste motociclette saranno equipaggiate con componenti della vasta gamma di accessori originali per motocicli, appositamente progettati per le moto durante il programma di sviluppo.

Fulcro di ogni Royal Enfield Continental GT 650 e Interceptor INT 650, tuttavia, è sicuramente il fattore divertimento, ottenuto dalla combinazione speciale di un telaio agile (sviluppato presso il centro tecnologico UK del marchio in collaborazione con il leggendario costruttore di telai sportivi per motocicli Harris Performance) e di un motore 650cc raffreddato ad aria, semplice ma all'avanguardia, che produce un motore da 47 cavalli potente e facile da usare.

Oltre ad una splendida nota di scarico, il motore offre un'ampia potenza di trazione per rendere la moto adatta al traffico urbano ed esaltarne le caratteristiche sulla strada aperta - il che significa che la Continental GT 650 e l’Interceptor INT 650 offrono una soluzione perfetta sia per i motociclisti più esperti che per i principianti.

La Continental GT 650 piacerà soprattutto ai motociclisti sportivi con il suo sedile singolo opzionale, il serbatoio scolpito, i poggiapiedi posteriori e il manubrio clip-on da gara, tutti progettati ergonomicamente per rimanere comodi in città, in autostrada e sulle strade tortuose secondarie dove la moto diventa davvero viva.

L'Interceptor INT 650, dall’altra parte, richiama le bicilindriche Royal Enfield degli anni '60 attraverso il suo serbatoio a goccia con tradizionali incavi sulle ginocchia, una comoda doppia imbottitura trapuntata e un manubrio ampio e rinforzato che ricorda lo stile scrambler di strada della California di quegli anni. La sua posizione di guida, comoda e imponente, rende l'Interceptor sia divertente che pratica su tutti i tipi di terreno, dalle curve delle strade costiere alla giungla urbana.

 

Per dimostrare il talento eccezionale e l'apertura mentale dei team di progettazione e ingegneristica di Royal Enfield in India e nel Regno Unito, il marchio ha scelto EICMA 2018 per offrire agli appassionati di motociclismo un'anteprima mondiale della sua straordinaria "CONCEPT KX", una motocicletta V-Twin.

Sviluppata da zero in soli sei mesi durante l'estate, Concept Kx è ispirata all'originale Model KX di Royal Enfield della fine degli anni '30, una potente macchina a valvole laterali da 1,140 cc che è stata descritta come ‘l'ultima parola in tema di motociclismo di lusso'.      

Il team che lavorava sulla Concept Kx ha visto l'originale come un punto di partenza, ideale per un concept in grado di riflettere la popolarità delle motociclette "retro-moderne" combinando la bassa inclinazione, la forcella, l’aspetto delle ruote, a metodi di progettazione all'avanguardia e materiali pregiati come rame, bronzo e pelle.

Con un lavoro di coordinazione tra l’India e il Royal Enfield Technical Center del Regno Unito, il team ha avviato il progetto in aprile con la progettazione del motore V-Twin come base attorno al quale sviluppare la moto stessa. I designer hanno condiviso le idee , osservando da vicino un KX originale del 1937. Sono state scelte due interpretazioni da produrre come modelli in argilla a grandezza naturale: uno con un aspetto "neoclassico", l'altro più futuristico.

Il concept in mostra ad EICMA quest’anno, è il risultato di una brillante miscela dei due, con caratteristiche come il design di una forcella che viene re-immaginato in un set high-tech "a lama" e la classica casquette del faro pre-bellico rivisto in modo moderno e fantasioso.

I fari anteriori e posteriori incorporano anche una versione stilizzata del vecchio Redditch 'E' per il logo Enfield ed emulano lo 'spazio negativo', tipico delle moto prebelliche, che non prevedevano ingombri di grandi batterie, componenti elettronici e cablaggi complessi. Inoltre, la configurazione del telaio e dell'airbox, fungono da elemento di tensione e l'unità di seduta ha un design a sbalzo.

Il look "pulito" è ulteriormente esaltato da un sistema elettrico compatto e da uno schema di verniciatura verde e nero dall'aspetto classico, completato da strisce con perno color rame dipinte a mano, finiture in nero e bronzo per il motore e il sistema di scarico e l'uso di pelle di noce per le manopole del sedile e del manubrio.

Categoria: EICMA 2018