LA VOLKSVAGEN ID.4 GTX

La Casa di Wolfsburg potenzia la propria offensiva elettrica con l’offerta di un modello sportivo top di gamma: la ID.4 GTX è la nuova variante di vertice della proposta di modelli esclusivamente elettrici ID.4. I suoi due motori, montati rispettivamente sull’asse posteriore e su quello anteriore, sviluppano insieme una potenza massima pari a 220 kW (299 CV) e sono in grado di funzionare in sinergia creando una trazione integrale elettrica. Il SUV ID.4 GTX debutterà sui mercati europei nell’estate 2021. In Germania, il prezzo base è di 50.415 Euro.  

 

Motore e assetto

Un motore elettrico per ciascun asse. La trazione integrale della ID.4 GTX si fonda su un’architettura completamente inedita, basata su due motori elettrici che azionano rispettivamente le ruote posteriori e anteriori mediante un cambio monomarcia. Diversamente da una trazione integrale tradizionale, non esiste alcun collegamento meccanico tra i due assi, motivo per cui non è presente nell’abitacolo il classico tunnel centrale.

Da 0 a 100 km/h in 6,2 secondi. I due motori elettrici presentano una struttura compatta e leggera. Un motore sincrono a magneti permanenti (PSM) con una potenza di 150 kW (204 CV) opera sull’asse posteriore e raggiunge un livello elevato di efficienza, mentre sull’asse anteriore è montato un motore asincrono (ASM). Il funzionamento sinergico di questi due motori elettrici sviluppa 220 kW (299 CV) di potenza massima, permettendo così al modello top di gamma della ID.4 di accelerare da 0 a 60 km/h in 3,2 secondi e di tagliare il traguardo dei 100 km/h in 6,2 secondi. La velocità massima limitata elettronicamente è di 180 km/h. Il consumo di corrente della ID.4 GTX è compreso tra 19,1 e
18,1 kWh/100 km secondo il ciclo NEDC.

 

   

 

La gestione delle quattro ruote motrici applicata sulla ID.4 GTX si basa su un sistema di controllo intelligente che decide come ripartire la coppia motrice disponibile tra i due motori elettrici in modo da ottenere sempre il massimo in termini di efficienza, dinamica e stabilità di guida. In molte situazioni di guida, il PSM sull’asse posteriore è in grado di fornire da solo la trazione. Solo quando si desidera adottare uno stile di guida sportivo o quando serve maggiore trazione, viene attivato l’ASM sull’asse anteriore in base alla situazione: ciò avviene nel giro di pochi millisecondi e in modo così fluido che il guidatore neanche lo percepisce. 

Il sistema di recupero rappresenta un fattore di fondamentale importanza ai fini di una guida efficiente. Agendo sul selettore del cambio, il guidatore decide se la ID.4 GTX deve avanzare per inerzia o recuperare energia non appena rilascia il pedale destro. Impostando la modalità D (Drive), la vettura avanza per inerzia nella maggior parte delle situazioni e in questo caso i motori elettrici girano, praticamente, senza carico. Selezionando la modalità B (Brake), invece, i motori si trasformano in generatori e ricaricano la batteria. Se il guidatore lo desidera, il sistema Eco Assistant tiene sotto controllo l’andatura per inerzia e il recupero non appena l’auto si avvicina a un’area in cui è necessario ridurre la velocità. A tal scopo, si avvale, tra l’altro dei dati topografici e di navigazione.

 

 

 

La ID.4 GTX è una vettura sportiva particolarmente versatile, facile e divertente da guidare. La batteria agli ioni di litio, posizionata sotto all’abitacolo tra i due assi, abbassa il baricentro dell’auto, consentendo una distribuzione ben bilanciata del carico sugli assi. In virtù della potente trazione e dell’altezza dal suolo di 17 centimetri, questo SUV elettrico firmato Volkswagen affronta con disinvoltura anche percorsi fuoristrada non troppo impegnativi. Il distintivo design dei cerchi è parte integrante del concept relativo all’aerodinamica. Questo modello top di gamma viene offerto di serie con gli esclusivi cerchi Ystad da 20", a richiesta sono disponibili i cerchi Narvik da 21". Gli pneumatici delle ruote anteriori sono larghi 235 mm, quelli posteriori 255 mm.

Il telaio sottolinea l’indole sportiva della ID.4 GTX con la sua intelligenza collegata in rete. Mediante la selezione del profilo di guida di serie (Eco, Comfort, Sport, Individual e Traction), il guidatore può commutare il funzionamento dei motori elettrici, degli ammortizzatori regolabili (a richiesta) e dello sterzo. Il pacchetto sportivo (a richiesta) comprende un assetto sportivo che abbassa la carrozzeria di 15 mm e lo sterzo progressivo. Più si gira il volante, più diretta è la trasmissione dello sterzo.

pacchetto Sport Plus della ID.4 GTX è inclusa a bordo, oltre allo sterzo progressivo, anche la regolazione adattiva dell’assetto DCC, che gestisce il funzionamento degli ammortizzatori.

 

 

 

Batteria e infrastruttura di ricarica

La ID.4 GTX è una vettura versatile, perfetta anche per affrontare tranquillamente lunghi viaggi. La sua batteria ha una capacità energetica netta pari a 77 kWh. Con un peso di 486 kg, offre un’autonomia realistica fino a 480 km (WLTP). Il suo alloggiamento, costituito da profili in alluminio e protetto da un robusto telaio, contiene dodici moduli di celle, ciascuno dei quali integra 24 celle con involucro esterno flessibile. I moduli sono raffreddati da una piastra sul pianale con canali dell’acqua integrati. La Volkswagen garantisce che la batteria, dopo 8 anni o 160.000 km, presenti ancora almeno il 70% della propria capacità originaria.

Sotto la denominazione We Charge, la Volkswagen offre un pacchetto completo per la ricarica comoda, connessa in rete ed ecocompatibile delle auto elettriche, che mette sempre a disposizione la soluzione di ricarica più adatta durante tragitti lunghi, in viaggio o a casa. L’App We Connect ID. consente di accedere facilmente all’ecosistema di ricarica.

Con We Charge, i Clienti Volkswagen possono utilizzare una delle reti più grandi a livello europeo, che attualmente comprende circa 190.000 punti di ricarica. Utilizzando il cavo di carica Mode 3 (di serie), è possibile ricaricare la ID.4 GTX con corrente alternata (AC) con una potenza fino a 11 kW. Presso una stazione di ricarica rapida DC, per esempio di IONITY, la si può caricare con corrente continua (DC) per i successivi 300 km (secondo il ciclo WLTP) in circa 30 minuti, con una potenza di ricarica fino a 125 kW. La Volkswagen sta investendo in modo consistente nella rete di ricarica rapida europea e, in collaborazione con una serie di partner, punta a realizzare una rete di 18.000 stazioni di ricarica entro il 2025.

 

 

 

L’ID. Charger per la ricarica da casa. 

Chi possiede una ID.4 GTX può ricaricarla nel garage di casa usando energia elettrica proveniente da fonti certificate. Grazie all’ID. Charger, questa operazione avviene all’insegna della massima comodità. La wallbox è disponibile in tre versioni, che offrono tutte una potenza di ricarica fino a 11 kW. L’ID.Charger è fornita da Elli, un marchio del Gruppo Volkswagen.

 

Design, abitacolo e comandi

Lunga 4,58 metri, la ID.4 GTX sfoggia un’immagine imponente e sicura di sé. Il suo design, contemporaneo e grintoso, coniuga il carattere muscoloso tipico di un SUV con un’aerodinamica evoluta, grazie a un coefficiente cx pari ad appena 0,29. Oltre alla fluida forma di base della carrozzeria, contribuiscono a questo risultato d’eccellenza molte soluzioni di dettaglio, che spaziano dall’apertura a feritoia elettrica del radiatore nella zona anteriore della vettura, alle maniglie delle porte incassate a filo, fino ai gruppi ottici posteriori scolpiti.

Le prese d’aria inserite nel frontale della ID.4 GTX sono verniciate in nero lucido. All’interno delle sottili prese esterne sono presenti rispettivamente tre LED sovrapposti, che conferiscono un tocco esclusivo alla firma luminosa notturna. I fari a LED Matrix, disponibili di serie, sono ancora più accattivanti: i loro moduli con la luce ambiente laterale ricordano gli occhi umani. Ciascuno di essi contiene 18 LED singoli, undici dei quali possono essere spenti e parzializzati separatamente. Insieme a uno spot aggiuntivo, emettono la luce IQ.Light, che assicura sempre la migliore illuminazione possibile della strada, senza abbagliare gli altri utenti. Quando le luci di marcia sono accese, una fascia luminosa unisce i gruppi ottici tra loro.

 

 

 

Nella parte posteriore della ID.4 GTX sono stati adottati gli innovativi gruppi ottici posteriori a LED 3D: nove superfici di fibra ottica per ciascun gruppo ottico, che sembrano fluttuare nello spazio, danno vita a una luce posteriore arcuata in un’intensa tonalità rossa. La luce di stop si illumina formando una X, mentre gli indicatori di direzione dinamici lampeggiano dall’interno verso l’esterno. Tra le luci posteriori si estende una fascia luminosa di colore rosso. Animazioni dinamiche, che si creano all’interno dei gruppi ottici, “salutano” il guidatore quando sale e scende dalla vettura.

L’architettura della piattaforma modulare per veicoli elettrici MEB della Volkswagen, su cui si basa la ID.4, consente uno sfruttamento dello spazio completamente inedito. In virtù dei componenti tecnici poco ingombranti e del passo lungo ben 2,77 metri, è stato possibile realizzare un abitacolo spazioso come quello di un SUV convenzionale della classe superiore: il cosiddetto Open Space. Il suo design pulito ed essenziale sottolinea la sensazione di ariosità: la plancia pare sospesa, la consolle centrale è separata da quest’ultima e la sua configurazione flessibile crea una sensazione di ordine e armonia. L’airbag centrale, disposto tra i sedili anteriori, si apre in caso di impatto laterale, incrementando ulteriormente il livello di sicurezza passiva già particolarmente elevato.

 

 

Il bagagliaio della ID.4 GTX vanta un volume di 543 litri, che aumenta a 1.575 litri (caricato in alto fino al tetto) abbattendo gli schienali dei sedili posteriori. Grazie al gancio traino (a richiesta), questo modello top di gamma è in grado di trainare rimorchi con peso fino a 1.200 chilogrammi (frenato, con pendenza del 12%). A richiesta, è anche disponibile il portellone a comando elettrico Easy Open & Close, che il guidatore può aprire con un semplice movimento del piede.

 

Il concept di comando della ID.4 GTX è essenziale e intuitivo al tempo stesso. La plancia non presenta né tasti né interruttori fisici, conferendole così un aspetto pulito ed estremamente moderno. Mediante il volante multifunzione, il guidatore gestisce un display compatto con diagonale di 5,3", che visualizza i dati principali. Sul lato destro è presente una leva per la selezione dei rapporti del cambio. Al centro della plancia c’è l’ampio display touch per le funzioni di navigazione, telefonia, media, sistemi di assistenza e impostazioni della vettura. La versione di serie presenta una diagonale di 10", che diventa di ben 12" se si opta per il pacchetto Infotainment Plus. Un ulteriore strumento di controllo è dato dal sistema di comando vocale naturale Ciao ID. di serie, in grado di comprendere molte espressioni del linguaggio quotidiano. Grazie alla sua connessione online, può sfruttare l’intera conoscenza del cloud.

Categoria: Green